Arcavacata 2007 - Voglia di cambiamento!

 Archivio » 


Come formare la squadra di governo




Nel formare la squadra di governo mi atterrò ai seguenti criteri generali:

  • no allo spoil system
  • coinvolgere tutti nella gestione dell'Università senza pregiudizi per appartenenze ad aree scientifiche o a schieramenti accademici
  • assicurare la continuità per quei settori che hanno funzionato bene
  • effettuare le scelte nella massima trasparenza.
 

La scelta del Prorettore avverrà con la seguente procedura:
  • i Presidi, convocati dal decano, indicano a maggioranza la Facoltà, diversa da Ingegneria, che dovrà esprimere il Prorettore
  • la Facoltà prescelta propone una rosa di almeno tre nomi, rappresentativi delle diverse posizioni in essa presenti
  • il Rettore sceglie, sentiti i Presidi, il Prorettore.
 
Questa attività dovrà concludersi almeno un mese prima dell'inizio dell'Anno Accademico.
 

Principali deleghe:
  • procedure amministrative di Ateneo e firma degli atti
  • didattica sostenibile
  • sviluppo ricerca scientifica
  • trasferimento tecnologico
  • lifelong learning
  • valutazione permanente della didattica, della ricerca e della gestione
  • trasparenza
  • valorizzazione delle risorse umane
  • diversamente abili
  • diritti degli studenti e orientamento
  • sviluppo e manutenzione delle strutture e delle infrastrutture
  • centri comuni e sistema bibliotecario
  • servizi informatici e telematici
  • sicurezza
  • legalità
  • rapporti con il Governo Centrale
  • coordinamento con gli enti regionali, provinciali, comunali
  • città della cultura
  • internazionalizzazione
  • sistema universitario nazionale
  • sistema universitario regionale.

Alcune deleghe potranno essere accorpate e altre potranno essere aggiunte su proposta degli Organi Accademici.


La scelta dei delegati avverrà all'interno di una rosa proposta dalle Facoltà e dai Dipartimenti in misura proporzionale al loro organico e integrata con dieci ricercatori selezionati dal Rettore tra quelli che manifesteranno la propria disponibilità (rosa di primo livello).

La scelta avverrà in due fasi. Il Cocop e il Senato Accademico proporranno ciascuno una rosa di almeno tre nomi, scelti all'interno della rosa di primo livello, per ognuna delle deleghe sopra indicate, costituendo in tal modo per ciascuna delle deleghe considerate una rosa di secondo livello.

Il Rettore effettuerà la scelta dei delegati all'interno delle rose di secondo livello.

Ciascuna Facoltà potrà indicare due deleghe che ritiene siano di suo interesse strategico. La Facoltà che ha espresso il Prorettore ne potrà indicare solo una.


Per le funzioni più rilevanti il delegato potrà essere affiancato da un Comitato di tre persone, che,  ove necessario, potrà essere integrato da rappresentanti del personale tecnico e amministrativo e degli studenti.
 
Sarà compito dei delegati mantenere il collegamento con gli Organi di Governo, i Dipartimenti e le Facoltà con modalità che saranno definite caso per caso.

I delegati dovranno:
  • tenere aggiornato lo spazio loro affidato sul sito web dell'Università
  • predisporre ogni sei mesi un rapporto particolareggiato che descriva le attività svolte e definisca i programmi futuri
  • organizzare, con cadenza almeno annuale,un incontro pubblico per discutere le tematiche di competenza.
  
Analoghi obblighi saranno assolti dal Rettore che predisporrà rapporti semestrali per descrivere le attività svolte per l’attuazione del progetto strategico e promuoverà, con cadenza almeno annuale, una riunione del Corpo elettorale per discutere lo stato dell’Università.



 Torna su » 


  Valid HTML 4.01 Transitional  (C) 2007- Prof. Ing. Pasquale Versace                                                                                                                                                                                          Rettore Unical