Arcavacata 2007 - Voglia di cambiamento!

 Home Page » 

Latorre: «non abbiamo interessi»

(Articolo pubblicato su La Provincia cosentina di Giovedì 12 Luglio 2007 )



L'Università della Calabria, che ho l'onore di guidare, sta vivendo una fase molto importante della sua storia più recente.
Il suo ruolo, sul territorio, continua ad essere in sintonia con gli obiettivi di una crescita economica, sociale e culturale della regione che, se ancora non pienamente realizzata, ha certamente potuto avvantaggiarsi del contributo di idee e di azione che il nostro Ateneo non ha mai fatto mancare nel suo costante sforzo di stabilire un confronto e un'interlocuzione proficui con le Istituzioni, a tutti i livelli.
Godiamo, poi, di un ampio e significativo livello di credibilità tra le famiglie calabresi, le quali quotidianamente, mostrano di credere nell'Università della Calabria e in ciò che essa rappresenta sul territorio: un punto di riferimento sicuro per tanti giovani che, anche quest'anno, si accingono a chiedere, numerosi, l'iscrizione ai nostri corsi di laurea, certi di trovare nel nostro Campus le condizioni ideali per studiare, crescere culturalmente e prepararsi adeguatamente ai futuro.

Una grande soddisfazione, in un contesto non facile, come il nostro, e dove mantenere nel tempo un così forte legame con l'opinione pubblica e godere della fiducia dei cittadini, non è affatto scontato. Ma positivi riscontri sono venuti e arrivano anche da altre direzioni.
La ricerca scientifica che le diverse strutture scientifiche presenti nel Campus hanno prodotto in questi anni, ha ottenuto risultati notevoli e brillantemente superato la valutazione ministeriale del CIVR (Comitato di indirizzo per la valutazione della ricerca), l'organismo preposto a questo tipo di attività, che ha collocato l'Università della Calabria tra gli Atenei meglio posizionati in questa importante graduatoria a livello nazionale.

Anche l'annuale indagine pubblicata dal Censis e dal quotidiano "la Repubblica", ha confermato che l'Università della Calabria, sia pure perdendo qualche posizione, si mantiene ai primissimi posti della graduatoria precedendo di gran lunga Atenei più prestigiosi e di più antica istituzione. Certo, si potrà dire che ci sono molti problemi ancora da affrontare e che i risultati ottenuti possono essere ulteriormente migliorati, ed è vero, ma la positività complessiva che emerge da un'attenta e obiettiva valutazione della nostra realtà, pare francamente difficile da mettere in discussione.

Tutto questo, gentile Direttore, mi aiuta a porre alla Sua attenzione - così come a quella dei cittadini calabresi -l'ingiustificata e ingenerosa presa di posizione di quei pochi che tendono ad accreditare nell'opinione pubblica un'immagine inadeguata della nostra Università della Calabria, facendo ricorso a considerazioni e valutazioni ge-neriche quanto gravi, senza porsi il problema - che invece non andrebbe affatto sottovalutato - di dimostrare la fondatezza di quanto si afferma.

Se c'è un'Istituzione che fino ad oggi ha fatto e continua a fare il proprio dovere fino in fondo, questa è l'Università della Calabria.
Se c'è un luogo, non soltanto fisico, in cui il rispetto, senza se e senza ma, delle persone e, ancor prima, delle regole e delle leggi, ha sempre rappresentato e costituisce quotidianamente un punto irrinunciabile nell'azione di tutti, questa è senza alcun dubbio l'Università della Calabria.

Se c'è un posto dove il senso del dovere e la partecipazione responsabile di tutti ha rappresentato e costituisce un credo irrinunciabile, questo è la nostra Università.

Naturalmente, il nostro lavoro va avanti come sempre. Il nostro cammino continua. Niente e nessuno sarà mai in grado di condizionarne lo svolgimento, anche quando questo tentativo dovesse essere accompagnato, come è stato di recente, per iniziativa di un nostro docente, da parole in libertà: ingenerose e gravissime, e pronunciate senza dimostrarne in qualche modo la rispondenza alla realtà.
Fanno parte anch'esse, certo, dell'ordine delle cose, ma nulla hanno a che fare con la realtà che ogni giorno riempiamo con la nostra azione disinteressata, carica di sentimenti e passione, avendo innanzitutto e soprattutto davanti l'obiettivo di portare sempre più in alto questa Università e, con essa, la Calabria.

Giovanni Latorre
Rettore Università della Calabria


 Torna su » 

Valid XHTML 1.0 Transitional (C) 2007- Prof. Ing. Pasquale Versace    Curriculum »  |  Scrivimi »  |